lunedì 27 maggio 2013

Senatori si autoassegnano all'unanimità 21 milioni di euro.

La delibera e', manco a dirlo, la numero uno del 2013. È stata assunta dal Consiglio di presidenza del Senato lo scorso 3 aprile su proposta dei senatori questori e, in barba alla crisi economica, alla disoccupazione giovanile e a quant'altro sta strangolando il Paese, assegna per quest'anno ventuno milioni e 344 mila euro ai gruppi parlamentari del Senato.
Il meccanismo e' molto semplice: c'è' una dotazione minima di 300 mila euro per ogni gruppo parlamentare e una quota variabile di 59.200 euro per ciascun senatore che fa parte del gruppo. Il contributo, com'è giusto che sia, viene corrisposto in quattro rate trimestrali anticipate il primo giorno del trimestre cui si riferisce l'erogazione.
Di conseguenza il Pd, che ha 107 senatori, riceve sei milioni e 634 mila euro, al Pdl (che ne ha 91) viene accreditata sul proprio conto corrente del Senato la somma di cinque milioni e 687 mila euro, il Movimento 5 Stelle tre milioni e 437 mila euro in base a 51 senatori, Scelta ("Sciolta") Civica un milione e 543 mila e 200 euro per 21 senatori tra i quali c'è anche Casini Pierferdinando, la Lega Nord incamera un milione 247 mila e 200 euro per 16 senatori. E così via, sino al gruppo misto e agli altri due gruppi presenti in Senato. Totale, appunto, 21 milioni e 344 mila euro per quest'anno.
Questa invece è la spartizione della Camera
Tali contributi vengono giustificati dal fatto che bisogna pagare i dipendenti dei gruppi. In realtà, pagati i dipendenti, l'avanzo e' notevole e viene utilizzato discrezionalmente dai gruppi stessi. Ovviamente, alla Camera dei Deputati una delibera analoga ha dato il via alla grande spartizione, per una cifra più che doppia visto il numero dei componenti.
A differenza dei rimborsi elettorali, restituiti in toto dal M5S, in questo caso invece nessuno ha protestato, nessuno ha ritenuto di intervenire per ridurre al minimo indispensabile l'esborso a carico del bilancio di Camera e Senato, bilancio che è a carico delle casse pubbliche di questo disperato paese dove tutti parlano di tagli ai costi della politica ma nessuno muove un dito quando concretamente si dovrebbe farlo.

14 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
  2. che vergogna, ma come, non hanno trovato 1 milione per liquidare il tfr agli eredi del sen. andreotti e poi se spartiscono tutta sta grana alla faccia dei diritti acquisiti.
    Non c'è più rispetto , neanche dei morti

    RispondiElimina
  3. "Nessuno ha protestato, nessuno (grillini compresi)": ma dei 42 milioni di euro restituiti dai "grillini" non parlate neanche voi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non li hanno restituiti è solo che non ne avevano diritto in base alla Legge 96/20012 art. 5.

      Elimina
    2. Legge fatta apposta per impedire al M5S di dire "noi abbiamo restituito i rimborsi", mi sembra palese...
      Parliamo allora del milione e mezzo restituito direttamente dai loro stipendi e rimborsi spese nei primi 2 mesi di mandato?

      Elimina
    3. esatto, è facile parlare politichese per mistificare gli sforzi un movimento plitico fatto di persone oneste!!! Comunque i soldi non se li incassano e li ridanno indietro, fossero stati PD o PDL o altri della casta, avrebbero fatto in modo di trovare il cavillo legale per tenersi quelli e gli altri soldi pure!!!

      Elimina
  4. schifosi marci alla faccia della povera gente

    RispondiElimina
  5. Noi siamo e saremo sempre le vittime dei predatori della politica.

    RispondiElimina
  6. prima di spacciare delle notizie false e tendenziose andatevi ad informare: il gruppo del Movimento 5 stelle sta restituendo anche questa somma.

    RispondiElimina
  7. i M5S si sono già uniformati...

    RispondiElimina
  8. prima di spacciare delle notizie false e tendenziose andatevi ad informare: il gruppo del Movimento 5 stelle sta restituendo anche questa somma. Rendiconteranno le spese vive ( stipendi degli assistenti tecnici e consulenti , che sono necessari per fare buone leggi ) e restituiranno il resto . Leggete!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SONO DEI GRANDI!!! Non dobbiamo perderci d'animo e dobbiamo continuare a lottare con tutte le forze!!! =)

      Elimina