domenica 19 giugno 2016

Il vero obiettivo della Brexit? Ma quali immigrati.... svalutazione della sterlina e revisione accordi commericiali

Nel dibattito propagandistico sulla Brexit si discute molto di immigrati, o almeno lo si vuol far credere al popolo ma si dimentica di dire che il Regno Unito accumula ormai da anni rilevanti deficit verso l’estero.
Questa tendenza induce pezzi non trascurabili dell’establishment britannico a riesaminare criticamente la vecchia dottrina ricardiana del liberoscambismo e a considerare anche l’ipotesi di una revisione generale degli accordi e delle politiche commerciali verso la UE.
Indipendentemente dagli esiti del referendum, gli attuali orientamenti britannici rappresentano l’ennesimo sintomo di una Unione europea resa instabile dai suoi squilibri economici interni, causati soprattutto dalla pretesa del paese leader, la Germania, di accumulare eccezionali surplus commerciali verso gli altri paesi membri.
Ne parla a SkyNews24 il professore Emiliano Brancaccio, ordinario di Economia Politica

Nessun commento:

Posta un commento